Nuovi contatti internazionali per il Tecnopolo

Continua l’attività di internalizzazione del Tecnopolo Bologna-Ozzano. Nel corso di una visita di 4 giorni presso il Karolinska Institutet, il prestigioso Istituto di ricerca di Stoccolma, il direttore scientifico di Fondazione IRET ha illustrato la strategia del Tecnopolo per accelerare lo sviluppo di nuove terapie per le malattie rare. Da un lato la ricerca accademica, supportata da finanziamenti pubblici e da associazioni del terzo settore, dall’altro la ricerca “problem solving” con le aziende. Sono al momento 8 le malattie rare e ultrarare in studio presso il Tecnopolo, per sviluppo di terapie enzimatiche sostitutive, terapie geniche, per “drug repurposing” e per nuove formulazioni di farmaci e integratori alimentari. La visita ha rafforzato le collaborazioni già in corso, e aperte nuove prospettive per collaborazioni strategiche anche in una visione di medio periodo.